PREZZI TROPPO ALTI PER GLI APPARECCHI ACUSTICI: L’ANTITRUST APRE INDAGINE

PREZZI TROPPO ALTI PER GLI APPARECCHI ACUSTICI: L’ANTITRUST APRE INDAGINE

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ha segnalato al Parlamento, ministero della Salute, ministero dell’Economia gravi criticità riguardo gli apparecchi acustici forniti dal Servizio Sanitario Nazionale sia rispetto ai prezzi, troppo alti, sia rispetto alla scarsa trasparenza delle condizioni commerciali praticate al pubblico. In Italia il prezzo medio per singolo dispositivo (compreso tra 1.500 e 2.100 euro) risulta superiore e con minori sostegni pubblici all’acquisto. L’indagine ha rilevato gravi problemi sulla trasparenza delle condizioni commerciali – si legge in una nota dell’Antitrust: i consumatori hanno difficoltà nell’ottenere informazioni chiare sia di tipo tecnico sia sul prezzo dell’apparecchio e dei servizi connessi, di solito venduti abbinati e senza alcuna distinzione. L’Antitrust ha anche sottolineato che è opportuno assegnare l’importo del rimborso direttamente all’assistito attraverso l’introduzione di un “voucher” o “buono-udito”, per sostenere una concorrenza tra fornitori di prodotti e di servizi che consenta di accedere a un’offerta appropriata e tecnologicamente aggiornata. Sono almeno 7 milioni gli italiani che soffrono di problemi di udito e di questi circa 2,5 milioni già utilizzano apparecchi acustici. https://www.rainews.it/articoli/2024/04/la-denuncia-dellantitrust-apparecchi-acustici-troppo-cari-scarsa-trasparenza-e335df0d-2123-476c-8021-f1431b10fad3.html.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONTATTACI

CONTATTACI

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.